.

Gas Servizio di tutela

Il Servizio di Tutela* si applica a:

  • Clienti finali con riferimento a:
    – ciascun PDR nella titolarità di un cliente domestico;
    – ciascun PDR relativo ad un condominio con uso domestico e consumi inferiori a 200.000 Smc/anno;

Le tariffe di riferimento per la fornitura di gas naturale sono riportate di seguito per ciascun ambito territoriale nazionale.

*come previsto dalla Delibera ARG/gas Aeeg 64/09 e delle condizioni contrattuali di cui alla delibera 229/01.

Per visualizzare la tua offerta clicca qui sotto:

PDFCONDIZIONI ECONOMICHE

Per visualizzare la tua offerta clicca qui sotto:

PDFCONDIZIONI ECONOMICHE

Tariffe Gas in corso

Come stabilito dalle Delibere emanate dall’Autorità per l’Energia Elettrica e del Gas (AEEG n. 237/00 e successive modifiche), il prezzo del gas è composto di una tariffa di vendita, e una tariffa di distribuzione.
Il prezzo del gas naturale applicato ai clienti finali in regime di tutela è costituito dalla tariffa di distribuzione(Allegato A alla Delibera n. 573/2013/R/gas) e dalla tariffa di vendita (Delibera AEEG n. 64/09 e s.m.i.).

La tariffa di distribuzione, determinata dall’Autorità per l’Energia Elettrica e Gas, per ciascun Ambito Tariffario, è costituita da:

  • una quota fissa
  • una quota variabile applicata al volume di gas consumato e suddivisa in otto scaglioni di consumo.

La tariffa di vendita è composta da:

  • il corrispettivo Materia Prima (CCR+CMEM) a copertura del costo d’acquisto del gas naturale;
  • la componente a copertura dei costi di trasporto del gas naturale (QTIT);
  • il corrispettivo variabile relativo alla vendita al dettaglio (QVD);
  • la componente relativa agli oneri aggiuntivi compresi oneri di gradualità (QOA+CPR+GRAD)

Le componenti QTIT, CCR+CMEM e QOA+CPR+GRAD, espresse in €/J, devono essere moltiplicate per il parametro PCS per trasformarle in €/smc (euro/standardmetrocubo).

La componente QVD è articolato in due quote:

  • quota fissa espressa in €/anno per punto di riconsegna
  • quota variabile da applicare ai volumi di gas consumati

Per maggiori informazioni, consulta il sito dell’ Autorità per l’Energia Elettrica e del Gas.

IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO (IVA)
La somministrazione di gas naturale per usi civili, per effetto di quanto disposto dall’articolo 2 del D.Lgs. 2.2.2007 n. 26, dal 1° gennaio 2008, è soggetta all’aliquota IVA del 10% sui primi 480 standard metri cubi consumati in ogni anno solare e all’aliquota IVA del 22% sui consumi eccedenti tale ammontare, nonché ad aliquote di accisa (e di addizionale regionale) differenziate in relazione a quattro scaglioni di consumo, ai quali vengono imputati i consumi di ciascun anno solare.

 

Fasce di consumo annuo Aliquota Aliquota IVA
Da 0 a 120 mc 0,044 €/smc 10%
Da 121 a 480 mc 0,175 €/smc 10%
Da 481 a 1560 mc 0,170 €/smc 22%
Oltre 1560 mc 0,186 €/smc 22%

 

Tutte le altre voci (quote fisse, spese, rate varie, ecc.) saranno assoggettate all’aliquota IVA ordinaria (22%).

Hai ancora dei dubbi?

Contattaci